Opzioni MIBO - OPT27 - Applicazioni e ottimizzazioni di Trading System

rubrica: 

 

 

 

 

 

Oggi procediamo ad effettuare il Test sul Secondo Blocco di dati in esame: 968 giorni di Borsa dal 14 dicembre 1998 all’ 11 ottobre 2002 …

Da quando in famiglia non si parla d’altro che di Borsa, Opzioni e Trading Systems, si è verificato, purtroppo, qualche episodio ad alta tensione emotiva.
Tanto per citarne uno: l’altra sera mi ha telefonato Tea un po’ preoccupata del comportamento di Alfiero.
Mi ha riferito che la sua professione di avvocato richiede impegno e concentrazione, elementi, questi, che gli stanno sfuggendo di mano da quando il suo pensiero fisso è solo la ricerca dell’Eldorado, la formula ottimale del Trading System.
E’ vero che Tea è ansiosa di carattere ma questa volta ha ragione.
Teme che Alfiero si sia cacciato in un giro vizioso e illusorio di Analisi dannose al suo equilibrio e che i suoi Clienti si accorgano presto o tardi che la concentrazione del loro Avvocato è rivolta altrove.
 
… ma ciò non basta … perché altri amici comuni hanno manifestato nuovi e strani comportamenti.
 
Tanto per citarne alcuni:
 
·         L’Architetto Aranci, amico d’infanzia di Alfiero, è salito a prendere un caffè e in quell’occasione si è lamentato di sentirsi trascurato dal Corso Opzioni: di MIBO e Strategie non se ne parla più. Come sapete, Aranci è un sostenitore della Butterfly ma ancora deve capire come e quando doverla applicare. Vendere Fly? Comprare Fly? A quali Strike essere compratori o venditori? Questo il chiodo fisso dell’architetto.
·         Anche il Maestro Muschi ha manifestato il solito comportamento estremo. Dopo la frustrazione patita dall’errore di valutazione della vendita di Straddle smascherata da Azzurri, l’aggressività che lo contraddistingue lo ha spinto a nuovi eccessi di collera. Come sappiamo lo Straddle è la passione di Muschi ma la sua proverbiale irruenza è salita a livelli incontenibili. Inoltre ha confessato di sentirsi angosciato: non sa più se dover comprare o vendere la sua Strategia.
·         Nemmeno l’ingegner Bianchi, consulente di Palazzi nella ristrutturazione del rustico in collina, sa più da che parte girarsi: la sua Bull Call Spread è oramai solo un dolce ricordo. Il bisticcio col Capocantiere – il geometra Evaristo Gialli – è sempre all’ordine del giorno: Gialli vuole fare un Bear Spread e Bianchi insiste con il Bull Spread.
·         Il matematico Marroni ha incontrato Aranci per studiare i calcoli delle strutture in cemento armato della villa e anche in questa situazione è successo il finimondo: il matematico e l’architetto si sono duramente apostrofati dimostrando punti di vista diametrali sul Condor e la Fly: pare insomma che nemmeno tra questi due stia correndo buon sangue.
 
… Tea mi ha confermato che la situazione generale è parecchio tesa: ognuno dei nostri amici ha approfondito un particolare aspetto strategico di Opzioni ma nessuno ha le idee chiare su come si debba realmente procedere.
 
… tutto sommato, Azzurri ci è sembrato il più lucido, almeno fino a questo momento.
 
Alfiero, prima degli altri, ha deciso di accantonare momentaneamente le Strategie per dedicarsi allo studio del Mercato e delle sue fisionomie.
 
Egli ha capito uno degli aspetti più importanti:
 
·         Prima viene il Trend
·         Poi vengono gli Strumenti Opzioni.
 
Alfiero inoltre ha intuito un altro passo chiave:
 
·         la sua professione non gli consentirà mai di starsene incollato a una Piattaforma di Trading On Line per tutto il giorno e quindi dovrà rinunciare per sempre a fare l’Arbitraggista e, a maggior ragione, lo Scalper.
 
Alfiero è convinto che la mossa vincente sarà un Trading System di ‘breve periodo’ (diciamo: un’operazione alla settimana) per poi applicarlo alla Strategia di Opzioni più appropriata.
 
Attenzione però …
 
… è giunta voce che a sistemare tutta la faccenda sarà un matematico inglese: stiamo parlando del dottor Tiberius Tally.
 
Mister Tally ha il cognome perfetto per il ruolo che gli compete: infatti ‘calcolo e conteggio’ (traduzione del verbo to tally) la dicono lunga in fatto di elaborazione di dati e di statistiche.
 
Pare che Tiberius abbia coniugato, appianato e messo in accordo l’Analisi Tecnica Quantitativa con la Strategia in Opzioni.
 
Entro qualche settimana ci svelerà i propri segreti mettendoci al corrente del suo metodo.
 
 
… finalmente la buona notizia ha portato pace e fiducia agli amici ‘colorati’ del nostro Corso.
 
Bene! … Alfiero ha dunque tutto il tempo per proseguire coi propri studi sapendo che Tally riuscirà presto a collegare l’Analisi Tecnica alle Strategie in Opzioni: davvero il sogno di tutti noi !
 
Ma torniamo alla lezione precedente e ricapitoliamo in breve la Prima fase di studio dell’avvocato Azzurri:
 
1)     Alfiero ha preso in considerazione il primo blocco di dati (Back Test) e ha costruito una Media Mobile Semplice con dominio 10 giorni tramite un foglio Excel.
2)     La scelta del dominio 10 è stata del tutto arbitraria: visualizzando il grafico corrispondente, la MM10S si adattava molto bene (almeno otticamente) all’andamento del MIB30.
3)     Alfiero ha così creato la formula corrispondente mov(c,10,s) e l’ha sottoposta al System Tester di Metastock per verificarne la validità.
4)     I risultati si sono dimostrati incoraggianti: in particolare la Equity Line ha stazionato sempre sopra la linea dello zero. In altre parole, almeno nel Back Test, la formula ha sempre prodotto un guadagno:
 
 
Alfiero ha avuto ‘fiuto’ : il suo TS (nel Back Test) non sembra per niente male !
 
Rivediamolo:
 
… ma siamo solo al primo passo: dobbiamo verificare se si tratta di una combinazione ‘fortunata’ o se davvero Alfiero ha individuato la regola giusta del suo TS.
 
Quindi procediamo ad effettuare lo stesso test sul Secondo Blocco di dati in esame: quello più corposo - 968 giorni di Borsa dal 14 dicembre 1998 all’ 11 ottobre 2002.
Ci troviamo nella fase dello Study, cioè sotto le forche caudine degli Analisti Tecnici.
 
 
 
Che cosa sarebbe successo se Alfiero avesse utilizzato la Media Mobile a 10 giorni durante questo lungo periodo di quasi 4 anni? Avrebbe guadagnato o avrebbe perso?
 
Vediamo:
 
 
 
Nota:
 
Alcune regolette pratiche di “lettura” della Equity Line.
  1. La Curva non deve passare sotto la linea dello zero (o quanto meno raramente e solo all’inizio e per valori molto bassi)
  2. L’andamento deve essere costante: in pratica si dovrà vedere un diagramma simile a una retta inclinata.
  3. Alle Equity Line molto aggressive ma irregolari si devono preferire linee meno inclinate ma più regolari.
Vi ricordo che il termine usato per evidenziare il passaggio della Equity sotto la linea dello zero si definisce Drawdown.
 
La curva di Azzurri non è un gran chè: è partita subito male, poi si è un po’ ripresa e ha finito senza infamia e senza lode. 
 
 
 
Che dire, Avvocato ?  
Lei si è applicato col massimo impegno. Non si disperi proprio adesso: vada avanti e tenga duro! Su !!!
 
E anche Tea sopraggiunge a tranquillizzare il marito:
 
 
Tea ha intuito uno degli elementi basilari nello studio dell’Analisi Tecnica Quantitativa: il PROCESSO ITERATIVO.
 
E’ molto semplice: se il Back Test è andato bene e lo Study è stato deludente ciò NON SIGNIFICA CHE L’INDICATORE UTILIZZATO NON SIA VALIDO in assoluto!
 
Per risolvere il problema basterà tarare il dominio opportunamente: se il valore utilizzato (10) si è dimostrato positivo nel Back Test e negativo nello Study, ciò non significa che non si possano trovare altri valori validi per entrambi i blocchi di studio.
 
Chi può negare l’esistenza di un valore diverso da 10 in grado di soddisfare contemporaneamente i due periodi analizzati ?
 
Ci viene in aiuto Metastock (così come altri programmi simili) tramite il Procedimento di Ottimizzazione dei Domini del Trading System.
 
Vediamo:
 
La formula impostata da Alfiero era: mov(c,10,s) , cioè DOMINIO FISSO di 10 giorni.
 
Ora, se al posto di 10, sostituiamo la Variabile denominata “OPT” (optimization), Metastock calcolerà tutte le combinazioni possibili dei valori di Dominio fino a trovare il migliore e via via tutti gli altri.
 
Nota:
Nella lezione precedente abbiamo introdotto il concetto di SOVRAOTTIMIZZAZIONE (Curve Fitting).
Si ricade nella sovraottimizzazione tutte le volte che si tende a ‘drogare’ il programma fino a voler ottenere risultati corrispondenti alle proprie aspettative.
Finché però l’ottimizzazione avviene nei periodi di Back Test e di Study non si incorre in nessuna penalizzazione statistica.
 
Quello che vedete è il ‘copia-incolla’ del risultato dell’ottimizzazione del periodo di Back Test di Metastock.
 
Le colonne più importanti sono:
 
·         Net Profit     Profitto Netto          L’ordinamento è decrescente (20258 nella prima riga, 19087 nella seconda …)
·         Tot             Total Trader            E’ il numero totale dei Trades (Run = corse) del programma
·         Win             Winning                  E’ il numero dei Run che hanno prodotto utili
·         Losi             Losing                    E’ il numero dei Run che hanno conseguito perdite
·         Avg             Average Win/Loss    E’ la media tra gli utili dei Run vincenti rispetto alle perdita
·         OPT            Optimization            E’ IL VALORE PIU’ IMPORTANTE: il DOMINIO migliore ottenuto dal programma.
 

 
Molto bene !
 
Da quanto ci pare di capire, l’ottimizzazione della Media Mobile Semplice del BACK TEST avviene utilizzando un Dominio a 13 giorni.
 
In altre parole, se avessimo usato una media mobile semplice a 13 giorni – mov(c,13,s) – nel periodo 14-12-1998 / 11-10-2002 avremmo ottenuto un utile lordo di 20.258 dollari partendo da un importo convenzionale di 1000.
 
Niente male davvero questo risultato !
 
Vi mostro subito l’Equity Line (in grigio) del dominio 13:
 
 
 
E Tea, moglie perfetta, è subito pronta a rincuorare Alfiero:
 
 
Tea ha capito che, tramite l’ottimizzazione, è possibile ottenere una specie di ‘graduatoria’ di profitti.
Quando uno o più valori del Dominio di Back Test comparirà anche nello Study, allora potremo statisticamente avere buone probabilità che quel Trading System potrà funzionare anche in futuro.
E’ questa la tecnica di ITERAZIONE a cui Tea si riferiva poco fa.
 
Riassumendo:
 
  1. L’ottimizzazione di Metastock consente di ottenere il migliore (i migliori) valori di Dominio del Trading System verificato durante il Back Test.
  2. Il processo viene ripetuto (ITERAZIONE) sul campionamento successivo (Study).
  3. Si procede a rintracciare i valori di Dominio comuni al Back Test e allo Study.
  4. Finché esiste uno (o più) valori comuni di Dominio nei 2 campioni proposti, si hanno buoni motivi per ritenere che il Trading System possa avere successo anche nel futuro. In caso contrario il Trading System in esame dovrà essere archiviato e non potrà più essere ritenuto idoneo all’operatività.
Ora Alfiero ha finalmente capito tutti i passaggi di Iterazione:
 
 
 
Molto bene, procediamo ora all’ottimizzazione della Media Mobile Semplice del Blocco Study.
 
Ecco i risultati:
 
E questo è il Dominio migliore: il 4 !!!
 
 
 
In ordine decrescente di performance (colonna Net Profit) i Domini ottenuti (colonna OPT) sono i seguenti:
4, 5, 9, 3, 15, 18, 17, 24, 16 …
 
Ora andiamo a ripescare i Domini ottenuti in Back Test.
Vi ricordate ?
 
13, 12, 14, 15, 5, 2, 11, 9, 17 …
 
 
L’iterazione comincia a dare buoni risultati e Azzurri è al settimo cielo.
 
Stati d’animo generali, Campionamenti Statistici, Dominii, Ottimizzazione, Iterazione, Equity Line, Drawdown … questi gli argomenti della puntata che oggi si chiude qui.
 
La prossima volta vedremo di ricucire le idee e di dare risposta definitiva agli studi iterativi di Tea e di Alfiero.
 
Vi attendo ricordandovi che tutti i files del Corso sono a vostra disposizione con una semplice Mail.
 
Francesco Caranti