Opzioni MIBO - OPT32 – Una dimensione di Moebius applicata ai Trading Systems

rubrica: 

 

 

 

 

Il ‘Derivato Opzione’ lascia il comportamento Slave per prendere il posto Master ...

Già da qualche puntata i personaggi del nostro Corso che si sono avvicendati a creare Indicatori di Analisi Tecnica sono davvero proliferati: mentre Alfiero ha consumato molte delle proprie energie a indagare sui Reports della Media Mobile, Simplicio si è concentrato su uno studio più generale dei Sistemi di Investimento.
Nel frattempo Tiberius Tally ha provveduto a raccogliere tutte le perplessità e le domande dei nostri Amici e si sta organizzando per dare una risposta attraverso l’utilizzo delle Opzioni.
 
In considerazione delle domande e delle giuste osservazioni sollevate dai nostri personaggi, Tiberius ha trovato una soluzione stabile in grado di mediare e risolvere gli appetiti degli Investitori.
 
Tiberius ha intuito i concetti più importanti che ora però è bene riepilogare:
 
  • Non esistono Sistemi perfetti tanto che lo stesso Tiberius Tally è convinto che esisterà sempre un Sistema migliore del suo in grado di batterlo … ma anche una serie di Sistemi peggiori che soccomberanno. Questa considerazione non dipende tanto dalla incapacità del Progettista ma piuttosto dall’incontrollabile e imponderabile cambiamento di Fisionomia del Mercato che normalmente mette a dura prova le regole del programma.
  • Come risulta dagli esperimenti di Alfiero sulla Media Mobile, siamo oramai tutti giunti alla conclusione che ciò che è risultato VERO (per esempio nel Back Test) può esserlo in misura minore nel Forward (o viceversa). Ciò non significa che non esistano Sistemi validi e affidabili nel tempo ma semplicemente che i Sistemi mutano – purtroppo - le loro caratteristiche in modo dinamico a pari passo col variare della Fisionomia e che quindi le prestazioni possano anche degradare.
  • Forti della convinzione che nessuno di noi, per quanto abile, sarà mai in grado di scoprire e stabilire una regola “perfetta” da applicare a Processi “non perfetti” come sono i Prezzi di Borsa (Random Walk), Tally è giunto alla conclusione che il Grande Problema non dovrà più essere risolto solo ed esclusivamente con un Trading System, ma piuttosto con la giusta combinazione di Trading System e appropriati Strumenti Finanziari appropriati.
 
Nota:
Fuori dalla metafora, cari amici lettori, quest’ultima considerazione è in assoluto la più importante di tutte.
Per esperienza personale vi posso assicurare che almeno il 70% dei lettori e degli investitori che mi hanno interpellato in questi anni mi ha rivolto più o meno questa stessa domanda “Caranti, mi scusi, qual è la resa del suo trading system Tally con le Opzioni.? Mi può inviare l’Equity Line, per piacere?”.
La domanda sarebbe corretta se io lavorassi con il Future ma è fuori luogo quando al posto del Future si usano le Opzioni.
Con le Opzioni è tutto diverso perché, come già sapete, entrano in ballo 3 componenti intrinseche dello strumento: TEMPO, STRIKE, VOLATILITA’ … argomenti sconosciuti al Future (il future in realtà comprende la componente Tempo ma la cosa si può ignorare dato che è sempre possibile ROLLARE il Future sulla scadenza successiva).
Ma non dobbiamo avere fretta: andando avanti nelle lezioni, vedrete che l’accoppiata vincente sarà il mix: Trading System (per intuire la direzione del trend) + Sartoria sul Panel (per regolare la navigazione con le Opzioni).
 
Come certamente ricorderete, Alfiero ha utilizzato l’ottimizzazione della Media Mobile applicando la sua “Scommessa” al punteggio dell’Indice di Borsa.
In altre parole quando il TS gli suggeriva di acquistare (segnale: Enter Long), Alfiero comprava il “comprabile” (cioè il Future o il Mini Future) e al contrario chiudeva la propria posizione (Close Long) ribaltandola (Enter Short) quando il segnale gli suggeriva di vendere.
 
In pratica le fasi di compra-vendita di Alfiero sono sempre state le stesse:
 
 
L’utilizzo dei Trading System applicati al Future molte volte scontentano l’Investitore specialmente nelle fasi laterali. Quando il Sottostante e il Future si muovono poco, diventa molto difficile trarre benefici di rilievo.
Ma con le Opzioni il discorso è molto più interessante poiché anche nelle fasi di stallo è possibile guadagnare tramite la “Vendita di Opzioni allo Scoperto” approfittando del loro deprezzamento dovuto all’erosione della componente temporale.
 
Il lavoro di Tally sarà dunque quello di ‘ottimizzare’ i percorsi random della Borsa mediante la progettazione di un Trading System in grado di risolvere il problema della “coperta corta”.
Contrariamente a quanto si fa di solito, Tally partirà dalla Serie Storica delle Opzioni anziché dal Sottostante.
 
Lo studio di Tiberius prende in considerazione tutte le combinazioni Call / Put di oltre 1500 giorni effettivi di Borsa attraverso l’analisi di oltre 500.000 prezzi MIBO realmente trattati nei circuiti telematici dal 1998 al 2004 … un lavoro veramente ciclopico ma statisticamente attendibile perché basato su dati certi ed effettivi.
 
La vera novità è costituita da un processo di Moebius in cui il Mercato non viene più visto in funzione del Sottostante ma dalla Oscillazione delle combinazioni dei prezzi delle Opzioni.
 
Per essere più chiari:
 
  • Procedimento tradizionale:          Il Segnale è generato dal Sottostante
  • Nuovo Procedimento:                  Il Segnale deriva dalla combinazione dei prezzi delle Opzioni.
 
Con questa importante novità, la Fisionomia del Mercato comincia ad essere valutata all’esatto contrario di quanto si usa fare normalmente: il ‘Derivato Opzione’ smette di comportarsi da Slave e ora prende il ruolo di Master.
 

 
 
… guerra in vista, dunque, tra l’Avvocato e il Capo …
 
Dovremo attendere ancora qualche puntata per avere la risposta definitiva da Tiberius e dal suo valido Assistente.
Tally e Simplicio ci spiegheranno come realmente è stato sviluppato il Progetto Opzioni e come sia possibile dipanare la matassa.
 
Vi attendo alla prossima lezione per le prime considerazioni sulla Piattaforma di Trading con le Opzioni (Tally-SP).
 
… non mancate all’appuntamento …
 
Francesco Caranti