Lego le Mibo (18) – Dopo l’inversione …

rubrica: 
Credo di dovermi scusare con tutti voi ma per via di alcuni impegni non mi è rimasto il tempo per proseguire col nostro Visual Basic.
Non solo: il voltafaccia della Borsa del 6 maggio sancito da Tally System dopo 83 sedute ‘long’ mi ha suggerito una breve edizione straordinaria per via dell’evento più unico che raro.
Ma che c’entra adesso il trading system “Tally System” con “Lego le MIBO”?
Esatto, non c’è niente in comune tra i due:
   • Tally System mi dà l’orientamento generale, è un suggeritore un po' come il gobbo a teatro
   • Lego le MIBO mi dà la visione più completa possibile del mio portafoglio. Risponde alla domanda dell’uomo della strada, senza tanti fronzoli, cioè: ‘Come son messo??’  R: ‘sei messo così e così’.
Non solo: mi controlla la situazione di equilibrio (equilibrista di Nomin) e la visione panoramica (occhi di Astarte).
Senza Tally System non riesco ad orientare l’operatività, senza Lego le MIBO non so come son messo; morale: senza strumenti di lavoro non opero affatto, sarebbe come se uscissi in mare senza bussola, per carità!
Come si fa a comprare una call qualsiasi (o una put) sperando che salga per poi rivenderla? Ma figurati!
Basta uno starnuto di qualche politico o l’America che si gira e … zac … l’Opzione si è dimezzata.
 
Dunque, posto che con le Opzioni sia obbligatorio strutturarsi, vediamo di commentare il Run giugno che già avete un po' seguito.
Oltre al copia-incolla vi lascio la forma ‘muta’ di ‘Lego le MIBO’ aggiornata alla chiusura di giovedì 16 maggio.
Cominciamo dalla Home:
 

Poi clicchiamo ‘Vai a Monitor’ (sta su 3 pagine ma per maggior chiarezza potete seguirlo su Excel):

Breve analisi:

In totale abbiamo 98 strumenti aperti (riquadro Sintesi) di cui: 66 call e 32 put.

Le 19 call 17.000 lunghe assieme alle 19 call 17.500 corte costituiscono un potentissimo “muro” di 19 Bull Call Spread.

Sono praticamente conquistate poiché è abbastanza improbabile che al regolamento del 21 giugno il mercato scenda sotto 17.500.

Il regolamento è a calendario venerdì 21 giugno, cioè a 35 giorni gregoriani da oggi 17 maggio e che equivalgono a 25 sedute alla scadenza.

Queste call rimarranno aperte e andranno a regolamento automatico; non le liquido anzitempo per tre motivi:

1) pagherei 19+19=38 commissioni (nel mio caso: 95 euro)

2) rinuncerei a un ‘muro’ ottimo a controllare i margini call nel caso si rendesse necessario vendere fortemente Out The Money

3) non riuscirei certamente a realizzare i prezzi (denaro+lettera) diviso 2 del book dovendo come sempre accade subire il solito slippage (scarto di mercato)  

Per calcolare quale sarà il realizzo di questo spread facciamo così:

  • prezzo medio pagato per le 17.000          = 2941,05
  • prezzo medio incassato per le 17.500       = 2485,53
  • faccio la differenza per vedere quanto ‘mi è costato un singolo spread di 500 punti’  = 455,52
  • per un singolo spread incasserò: (500-455,52) x 2,5 = 111,2 euro
  • calcolo il gain dei 19 spread = 2.112,8 euro

 

Per capire come funziona tutta la struttura in essere, vediamo cosa dice il Panel:

La freccia verde che vedete corrisponde al future giugno corrente (circa 20700).

Perché dico Future e non Ftsemib? Ma certo! Giugno ‘guarda il future’ perché da qui alla scadenza avremo gli stacchi dei dividendi e quei volponi che fanno il ‘pricing’ già sanno in anticipo di quanto verrà abbattuto l’Indice, non tanto perché la Borsa scende ma semplicemente perché distribuendo i dividendi il prezzo del titolo ovviamente cala.

Cosa significa “Proiez:” ?

Significa che se il regolamento giugno sarà 20500, l’incasso totale sarebbe: 4233 di pregresso + 8848 di riga T = 13.080 euro.

Ovviamente non starò fermo ad aspettare gli eventi ma dovrò stare col fiato sul collo al valore del Future giugno apportando tutte le modifiche che servono.

Come potete vedere, le vendite delle call sono principalmente At The Money (a 20500) mentre per le put la concentrazione maggiore è molto lontana.

Il motivo deriva dal fatto che poiché in Borsa si sale a piedi e si scende in ascensore, la curva del pricing delle call presenta un profilo molto diverso da quello delle put.

Se avete tempo potete riguardare l’argomento dello skew e della kurtosi qui:

https://www.francescocaranti.net/opzioni-di-borsa-la-kurtosi-nella-borsa-derivata

Bene!

Vi lascio in allegato la versione muta di Lego le MIBO e vi aspetto alla prossima puntata.

Francesco Caranti