Opzioni di Borsa - Evviva i Derivati! Più si scende … meno si perde!

rubrica: 
Autore: 

‘Una grande famiglia’. Qualcuno mi può spiegare il finale? A me e, forse, ai 7 milioni di spettatori che hanno seguito la fiction …

Innanzitutto mi scuso se, indipendentemente dal fatto che sono una Donna in Borsa, ogni tanto mi perdo dietro a qualche fiction. Penso, però, che una sera alla settimana di ‘pura italianità’ ci possa stare.
Parto dal principio per chi non avesse seguito questa storia.
Una grande e potente famiglia imprenditoriale viene scossa dall’improvvisa morte del maggiore dei cinque figli: improvvisamente il tracollo della famiglia e dell’azienda della stessa tra somme ingenti di denaro scomparse, intrighi di famiglia, sospetti, etc …
Alla fine, quando il capo famiglia decide di liquidare azienda, impiegati e villa famigliare … ricompare il ‘presunto morto’ … risorto ed esordisce dicendo “Abbiamo avuto grosse difficoltà e, forse, ancora ne avremo”. THE END.
La mia domanda è: “Caro regista della fiction di RAI1, cosa pensi che abbiamo capito - noi poveri pellegrini – di tutto questo casino? Eravamo abbastanza sereni perché nell’attesa della nuova puntata della fiction per qualche ora non pensavamo al default della Grecia e ai giudizi implacabili di Moody’s, ma poi … Boh! Non ci abbiamo capito più niente.”
Abbiamo capito benissimo però, alla fine di quest’ultimo episodio, che Bruno Vespa ci annunciava che “Moody’s aveva declassato ben 26 banche italiane”. Questo l’abbiamo capito benissimo!
E dire che mentre guardavamo la fiction e seguivamo l’intreccio delle storie abbiamo pure pensato “Meno male che noi dobbiamo vedercela solo con il default della Grecia! E’ niente in confronto a quanto succede in questa Grande Famiglia!!”

Non m’importa un granché capire il finale della fiction Una  Grande famiglia, così come credo non importi a quei 7 milioni di italiani che se ne sono andati a letto un po’ delusi … ma è una sera come tante in questo periodo di ‘M’ della vita del nostro paese. Una delusione tra le tante. Ma ogni giorno è un giorno nuovo e si tira avanti.
Io però, insieme ai miei colleghi, ho intuito una cosa in questo grande patatrac che sta immergendo sott’acqua il nostro amato Stivale e, ad ogni costo, sembra volerlo affogare. Questa cosa ve la vogliamo rivelare perché, forse, può farvi ben sperare: più l’indice di Borsa scende … meno si perde. Ci avete pensato un pochetto? … No?
Pensateci adesso: per chi trada le Opzioni sull’Indice, è bene sapere che più l’indice si abbassa e più i prezzi delle Opzioni si assottigliano ……………………………………………. E meno si perde.
Vero è che, allo stato attuale delle cose, Borsa Italiana dovrebbe cambiare i moltiplicatori. Perché? Ma perché a chi può interessare più esercitare un Opzione ITM a 200 punti? Sarebbe molto più interessante passare ad un altro Sottostante … non vi pare?
 
Ovviamente Semper Fidelis all’Indice nostrano ma, forse, un buon finale oggi noi ve lo abbiamo dato.
 
Che ne dite?
 
 
Erika Tassi