Trading con le Opzioni - I Cattivi sono in Agguato!

 

 

 

 

Ti tranquillizzo. Questo non è un abuso di potere

Non è proprio come vi dirà tra poco lui, il grande Vittorio Malvezzi.
Non gli ho lasciato alcuna delega perché, molto meglio, gli ho lasciato carta bianca. Oltre che caro amico, per me Vittorio è e sarà sempre un grande Maestro di cultura, di stile, di classe, di ironia, di intelligenza curiosa … quindi, quando scopre qualche ‘inghippo’ che a me è sfuggito, gli apro sempre con infinito piacere le porte della mia rubrica perché, sono certa, lo leggerete sempre con piacere.
Dai, Vitt! A te la parola!
Erika Tassi
Ti tranquillizzo. Questo non è un abuso di potere né un’invasione di campo. Ho tanto di delega da parte della dott.sa Tassi, specialista del settore sicurezza. Io gioco solo la parte del Cid Campeador o del cowboy rozzo ma buono che si batte contro i banditi che vanno a rompergli le uova nel paniere. Una roba alla John Wayne in “Un Uomo Tranquillo”. Già … perché sta volta voglio parlarti di qualcosa che mi ha anche toccato da vicino: ‘sti birbaccioni hanno cercato di prendersela con Anna, colei che pazientemente condivide il mio destino da alcune decine d’anni. Così, quando su un ottimo sito che tratta anti-malware, anche a titolo gratuito (te pareva, no?), http://www.emsisoft.com/en/kb/articles/ticker091112/, hanno lanciato un allarme rosso, mi è tornato in mente tutto.
Anna, che in qualche modo è coinvolta nel mondo turismo/ospitalità, un bel giorno riceve una strana missiva in un inglese tanto approssimativo da sembrare voluto. Un parente prossimo di un improbabile ex-capo di stato africano - papale papale - chiedeva aiuto per recuperare in banca il frutto delle malversazioni del congiunto.
 
Una specie di ‘Mani Pulite da Continente Nero’ che indubbiamente non avrebbe potuto non intrigare chi avesse vissuto i raids del dott. Di Pietro. ‘Nihil Novi sub Sole’ dunque. Ricordo come mi lasci subito perplesso che per la comparsata offrano una percentuale esagerata. Roba che qualunque onesta (ah! gli ossimori sono la mia passione) banca svizzera avrebbe potuto liquidare con efficienza e discrezione ad un costo percentuale di meno di un decimo di quanto offerto. Gli Americani dicono che non esistono pasti gratis, noi diciamo che nessuno regala niente. Neanche sotto Natale quando fanno il 3x2 o addirittura il 2x1. Christian Mairoll, the General Manager of Emsi Software GmbH, dice: "When an email offer sounds too good to be true, then it is definitely not true"
 
 
Comunque qualcuno deve aver abboccato perché la cosa è andata avanti parecchio dal 1988, fino a diventare un luogo comune. Infatti ora arriva un altro allarme e ce lo presentano dicendo : <Vi ricordate la Nigeria Connection?> Adesso si presenta la Russian Connection, direttamente dalle sinistre mura del Cremlino. Anzi, per rispettare il fattore K, meglio Kremlino.
 
Sempre Christian Mairoll ci dice: "The Russians are not taking half measures. In the mails we have seen, up to 52 million Euros are to be smuggled out of the country.” Praticamente il valore di un SuperEnalotto gentilmente offerto dall’ex Impero sovietico, ad un tasso più moderato, comunque sempre un bel 8%, quattro o cinque volte le normali spese bancarie per simili operazioncelle. Quasi il doppio del costo di uno scudo fiscale.
Già questo dovrebbe far insospettire ... E’ una bufala o, per dirla in foresto, ‘This is a hoax and completely fraudulent. Anyone answering this type of mail is immediately asked for payment for non-existent expenses’.
Il tornaconto di chi mette in piedi ‘sto giochino consiste proprio nel richiedere contributi anticipati per spesucce a vario titolo. Se poi gli va bene riescono anche ad accedere al nostro conto corrente e allora … Tombola !
Servizio completo! La società di lotta contro le porcherie informatiche ci dà anche un testo del messaggio fraudolento di cui ti fornisco l’incipit. Puoi leggerti l’intero testo sul link sopraccitato.
 
“ Good Day,
I am Andrei Raz***hov, I have a business brief which might interest you on the instruction of a business tycoon in Moscow whose business interest spans crude oil refining, mining, construction, real estate and tourism.Over the past years the policies of the Kremlin has not been favourable …. “
 
Combattere queste frodi non è facile, è quasi impossibile risalire ai responsabili. Un modo realistico per rendere vani i loro sforzi è proprio quello che stiamo facendo, cioè darne pubblicità e mettere sull’avviso anche chi - per denaro - sia disposto a mettere da parte scrupoli e un minimo di diffidenza.
In realtà, e di ciò in questo rapporto non se ne parla, girano su Internet anche altri messaggi per affari di importi più limitati ma di effettiva operatività. Ci chiedono di fare una piccola operazione di ‘laundry’, cioè dare una risciacquata a dei capitali facendoli transitare sui nostri conti bancari. Apparentemente loro sembrano fidarsi ciecamente della nostra correttezza e serietà professionale. In realtà sono portato a credere che dispongano di mezzi di controllo e recupero altamente efficienti e persuasivi che consentano di ridurre praticamente a zero eventuali insolvenze contrattuali. Nel caso riducono anche l’insolvente. Ovviamente il mio conterraneo Tremonti avrebbe parecchio da ridire su queste operazioni che, guarda caso, lasciano una traccia indelebile sui nostri conti e possono essere facilmente identificate.
Qualche altro bello spirito - alla Emsisoft li chiamano ‘creative minds in the Web’ - sta pensando a sistemi più o meno complicati per far perdere tempo ai birbanti, in modo da rendere meno produttivo il loro impegno. Sul sito ci danno un paio di links dove si trovano esempi di questi dissuasori che definire fantasiosi ed originali sarebbe come fare dell’ ‘understatement’.
“ ... projects such as www.419eater.com and www.thescambaiter.com where you can find lots of funny stories and hall of shame picture gallerie ... .”  
 
I latini semplicemente dicevano: “Caveat emptor”
 
Se ti interessa l’avita saggezza, l’onnipotente Wikipedia ti dice tutto: http://it.wikipedia.org/wiki/Caveat_emptor
 
 
… a presto!
 
Vittorio E. Malvezzi
Per informazioni, commenti o curiosità scrivete a vm@francescocaranti.net

Leggi tutti gli articoli pubblicati